Dopo i successi la Sir si quota in borsa

La Sir safety system entra a far parte del progetto “Elite” promosso da Ubi Banca

La Sir safety system è pronta a scendere in campo per giocare un’altra importante partita ma, questa volta, la pallavolo non c’entra. L’azienda, leader in Italia e in Europa nella produzione di abbigliamento da lavoro, calzature di sicurezza e dispositivi di protezione, guidata da Gino Sirci sbarcherà in borsa grazie al programma Elite, promosso da Ubi Banca in collaborazione con Confindustria.

Il progetto è dedicato al rafforzamento delle strategie di crescita delle imprese ha come obiettivo principale lo sviluppo e l’espansione a livello internazionale.

La Sir effettua così un’altra dimostrazione di forza mettendo nero su bianco i suoi numeri: 200 collaboratori, circa 50 milioni di fatturato, prodotti venduti in 30 paesi del mondo, una capacità produttiva di oltre 5,5 milioni di guanti, più di 5 milioni di indumenti, 400mila calzature e un numero imprecisato di dispositivi di sicurezza. Dati importanti ma, secondo Sirci, “a fare la differenza è la filosofia aziendale, l’impegno e lo sforzo di ogni persona impegnata all’interno di Sir safety system che vengono profusi per migliorare la qualità della vita di chi lavora”.

Sono state 21 in tutto le realtà individuate per entrare a far parte del “Elite”, tra le quali ci sono marchi del calibro di Missoni e Fiamm.