Provoca un incidente stradale e si dà alla fuga

66enne denunciato a Spoleto per omissione di soccorso

Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Spoleto sono intervenuti in piazza d’Armi perché un uomo, dopo aver provocato un incidente con feriti, si era dato alla fuga.

Gli operatori, dopo aver constatato lo stato di salute della richiedente e della figlia, hanno sentito la donna che ha raccontato di essere stata tamponata da un automobilista. L’uomo, dopo essere sceso momentaneamente dall’auto, prima di poter essere avvicinato dalla conducente, era risalito a bordo del suo veicolo, facendo perdere le sue tracce. La donna però, con prontezza, era riuscita ad annotare la targa dell’auto.

Constatato che lamentavano alcuni dolori e delle vertigini, gli agenti hanno richiesto l’intervento dei sanitari del 118 che, giunti sul posto, dopo aver prestato le prime cure, hanno accompagnato le due donne in ospedale per gli accertamenti.

I poliziotti, a quel punto, dopo aver acquisito l’indirizzo dell’intestatario dell’auto – un cittadino italiano, classe 1956 – si sono recati presso la sua abitazione dove, poco dopo, è sopraggiunto a piedi insieme alla moglie.

Sentito in merito all’accaduto, il 66enne ha confermato di avere avuto un incidente poco prima, riferendo di essere stato tamponato da un’auto che usciva da un parcheggio. L’uomo ha poi raccontato che, dopo aver visto la conducente uscire dal veicolo, aveva pensato che non avesse bisogno di cure e, per questo motivo, era andato via.

Il 66enne si era poi recato presso la sua officina di fiducia per far riparare l’auto. Portatisi presso la carrozzeria e rilevati i danni sull’auto, gli agenti hanno deferito l’uomo all’Autorità Giudiziaria per il reato di omissione di soccorso. Successivamente hanno segnalato l’accaduto alla Sezione della Polizia Stradale di Perugia per gli accertamenti di competenza in merito alla permanenza dei requisiti di idoneità alla guida.