Gubbio, il Comune potrebbe incassare 770mila euro dalle vendite di immobili

Palazzo Pretorio

L’assessore Cecchetti: “Soddisfatti per il successo dell’operazione, che valorizza il patrimonio e ci permette di acquisire liquidità”

Sono pari a 770mila euro le offerte arrivate al Comune di Gubbio relativamente al bando per la vendita di immobili appartenenti all’Ente. Con tale bando, pubblicato lo scorso dicembre, il Comune aveva messo in vendita 34 lotti commercializzati, terreni, edificabili e non, ma anche edifici di pregio del centro storico, come Palazzo Fonti in via Savelli e Palazzo Palmi, in via XX Settembre. Sono pervenute al Comune 12 domande relative a 11 immobili, ora le richieste andranno esaminate prima dell’auspicata vendita.

L’operazione dell’assessorato al Patrimonio è la seconda in questo senso: la prima aveva portato alle casse dell’Ente 349mila euro, facendo incassare una liquidità certamente utile al Comune. L’assessore competente Rita Cecchetti, promotrice dell’iniziativa di vendita, spiega: “Siamo particolarmente soddisfatti per la grande partecipazione e le richieste pervenuteci, anche grazie al grande lavoro svolto dagli uffici. È stata messa a disposizione degli interessati al bando una puntuale documentazione, anche fotografica, che certamente ha suscitato un maggiore interesse per i lotti in vendita. Si tratta – chiude Cecchetti – di iniziative importanti che ci consentono di valorizzare il patrimonio di proprietà comunale e, nel contempo, di acquisire una liquidità preziosa per le casse dell’Ente”.