Ex Novelli, rifiutate offerte da diversi milioni di euro

Spuntano indiscrezioni sulla cessione ai fratelli greco

Rifiutate offerte milionarie dalla Ex Novelli.

Secondo nuove indiscrezioni, la proposta d’acquisizione avanzata dai fratelli Greco fu preferita a molte altre che presentavano formule da diversi milioni.

I dati emergono da un’istanza inviata nel dicembre 2016 dall’allora presidente del Cda tecnico, Alessandro Musaio, al giudice delegato di Terni, mettono in mostra cifre mai diffuse pubblicamente.

Si parla di 39 proposte esaminate e poi ridotte a 8. Solo in queste ultime saltano all’occhio somme da capogiro: spunta una proposta da 10 milioni di euro, c’è chi chiede in affitto il ramo uova, con possibilità di un successivo acquisto. Poi si parla della sezione riservata al pane dove spicca un investimento da 4 milioni e mezzo.

Infine c’è quella de iGreco al prezzo simbolico di 1 euro, ritenuta la migliore.

È stato però fatto notare che non si conoscono le modalità con cui il cda, inseme all’advisor milanese, abbiano presentato l’azienda a chi voleva acquistarla e, da vari rilievi, è emersa anche la ristrettezza dei tempi per una valutazione approfondita.