Home Evidenza Festa di Santa Barnaba, tempo di bilanci anche per i Vigili del...

Festa di Santa Barnaba, tempo di bilanci anche per i Vigili del Fuoco di Perugia: 16mila interventi nel 2023

0

In media si contano in Umbria almeno 50 emergenze al giorno

Oggi, 4 dicembre, per il corpo dei Vigili del Fuoco è il giorno più atteso, vale a dire quello della patrona Santa Barbara, che rappresenta un momento di festa, di ricordo dei pompieri che non ci sono più e anche di bilanci.
Ma è soprattutto occasione d’incontro di tutti i componenti del Corpo, personale permanente, volontario e in quiescenza, familiari ed amici tutti.
La ricorrenza è anche momento di riflessione sull’attività svolta e l’efficacia del servizio prestato.

A Roma, questa mattina, lunedì 4 dicembre, alle ore 11, nella Basilica di Santa Maria Maggiore, sarà officiata la liturgia per la Santa Barbara, patrona dei Vigili del fuoco, alla presenza del ministro dell’Interno Matteo Piantedosi, del sottosegretario all’Interno Emanuele Prisco, del capo Dipartimento Renato Franceschelli e del capo del Corpo nazionale Carlo Dall’Oppio. La messa solenne, officiata dal cardinale Zuppi, sarà accompagnata dalle note della Banda musicale dei Vigili del fuoco e dalla voce del tenore Francesco Grollo.

E sono stati davvero tanti gli interventi effettuati sul territorio locale (si parla di quasi 16mila nel 2023) tra alluvioni e terremoti.
A questi vanno ad aggiungersi i vari interventi, come incidenti stradali, soccorso e ricerca persone e allagamenti in genere.

In media si contano in Umbria almeno 50 emergenze al giorno.
Tali emergenze sono state affrontate impiegando anche le tecniche dei nuclei speciali.
Del resto si sa che i Vigili del Fuoco sono sempre in prima linea quando si tratta di affrontare emergenze, siano esse crolli, terremoti, incendi o alluvioni e perfino incidenti stradali dove qualche sfortunato è rimasto incastrato fra le lamiere contorte.
In sostanza l’anno in corso è stato caratterizzato da un grande impegno del Comando di Perugia su molteplici fronti, tanto da mettere a dura prova tutti gli operatori, che comunque in ogni situazione hanno dimostrato di essere sempre pronti a dare una risposta tempestiva, dimostrando coraggio, abnegazione e professionalità in ogni intervento.
Oltre agli impegni locali, i Vigili del Fuoco di Perugia hanno contribuito attivamente nell’assistenza ad altre emergenze in varie regioni italiane, comprese le situazioni di alluvione nelle Marche-Emilia Romagna, nel Friuli Venezia Giulia e in Toscana (novembre 2023), dovuti ai cambiamenti climatici.
In più, il personale del Comando di Perugia ha preso parte anche alla missione in soccorso alle popolazioni colpite dal terremoto in Turchia, coinvolgendo anche la Siria.

Articolo precedenteSul caso della 33enne ucraina in coma ricoverata all’ospedale di Perugia indagano i carabinieri
Articolo successivoGualdo Tadino, era ubriaco il conducente dell’auto travolta dal treno al passaggio a livello