Tensione all’Ast le sigle riunite creano tensioni sindacali

Il gruppo Arvedi “non finisce qui”

Accesa polemica e forse neanche giustificata quella intrapresa dalle sigle sindacali delle accierie prese contro la direzione aziendale.

I delegati di fabbrica in un comunicato stampa hanno contrastato le decisioni aziendali sui temi della sicurezza e ambiente,delle manutenzioni, e per i mancati riconoscimenti professionali e sul premio di risultato.

La direzione aziendale e lo stesso Arvedi rispondono mostrando stupore ed riammarico per l’atteggiamento assunto dall RSU al punto tale da compromettere il corretto sistema di relazioni sindacali. Sin ad oggi mantenuto dall’azienda.

In merito alla sicurezza il gruppo Arvedi ha fatto sapere di ritenerla un tema primario, testimoniato dal costante miglioramento degli indicatori sugli infortuni.

Anche per quanto concerne gli investimenti il gruppo conferma l’impegno nelle manutenzioni e gli investimenti fatti sugli impianti.

Lo stesso Arvedi richiama l’attenzione sulla sensibilità sociale dimostrata dal riconoscimento economico di 250 euro elargito a tutti i lavoratori.

Tuttavia, a nostro avviso, il momento aziendale è molto critico e forse gli operai dovrebbero comprendere le difficoltà dell’azienda e, nell’interesse collettivo cercare di costruire e non distruggere, visto il comportamento della proprietà e la massima collaborazione dimostrata sino ad ora a dipendenti ed istituzioni.

Il gruppo è indignato e fa comunque sapere che la questione non finisce qui.