Home Attualità Politiche sociali, Regione Umbria al Festival della Famiglia di Trento

Politiche sociali, Regione Umbria al Festival della Famiglia di Trento

0

Presenti l’assessore Luca Coletto e la vicepresidente dell’Assemblea legislativa Paola Fioroni

Nell’ambito del Festival della famiglia, è stato organizzato a Trento un incontro, al quale hanno partecipato l’assessore alle Politiche sociali, Luca Coletto, e la vicepresidente dell’Assemblea legislativa, Paola Fioroni, per parlare delle buone pratiche tra Regioni e Comuni che stanno adottando politiche innovative a sostegno delle famiglie, per impostare azioni lungimiranti utili anche a dare fiducia ai giovani in un’ottica non assistenziale, ma di accompagnamento,

“Tema dell’iniziativa era “Lo spread tra famiglia reale e famiglia desiderata” – spiega l’assessore Coletto – Un titolo molto significativo, visto che riassume quello che si sta vivendo nella nostra società in cui, in molti casi, il desiderio di creare una famiglia è frenato dal timore di non poterla sostenere”.

“La Regione Umbria, a guida della presidente Donatella Tesei – ha detto Coletto – ha impostato una serie di azioni che manifestano una chiara volontà di arrivare alla stesura e quindi all’approvazione entro questa legislatura, di una legge regionale sulla famiglia. Nel frattempo non siamo stati a guardare. Al contrario, voglio ricordare che le iniziative a sostegno dei nuclei familiari sono state molte e vanno dal sostegno alle neo mamme con il voucher bebè, fino all’accompagnamento per tutto l’iter scolastico e della formazione visto che sono stati previsti contributi a partire dalla scuola dell’obbligo, compresi i centri estivi, fino al rimborso delle quote anticipate dalle famiglie per le attività sportive, per arrivare via via fino all’università con borse di studio e altre agevolazioni. Tra i vari interventi importante anche quello finalizzato a conciliare tempi di vita e lavoro delle donne e madri che lavorano nel primo anno di vita del bambino, e l’intervento a favore delle famiglie numerose”.

L’assessore ha quindi evidenziato che anche grazie all’impegno della vicepresidente Paola Fioroni, la Regione Umbria ha sottoscritto un protocollo con la Provincia di Trento, finalizzato a condividere azioni a sostegno di Regioni a “misura di famiglia”.

“Sulla scia del progetto del ‘Network Amici della famiglia’– ha spiegato Paola Fioroni – in Umbria si sta attivando un percorso che parte dalla consapevolezza di dover contrastare la denatalità e lo spopolamento investendo sul progetto di vita famigliare, sui giovani, sul welfare e sull’ occupazione femminile con politiche trasversali e condivise che possano dare a tutti la possibilità di realizzare un proprio progetto di vita”. Attualmente i Comuni coinvolti nel progetto in Umbria e già certificati sono 3: Perugia, Foligno e Todi, ma altri enti locali hanno espresso la volontà di aderire.

Articolo precedenteFisica, UniPg partecipa alla prima osservazione del decadimento del mesone B carico
Articolo successivoPremio di Laurea in memoria di Elisa Orsini, vincono la seconda edizione Pantaleoni e Tidei