Home Perugia Ospedale Perugia, nominato il direttore della struttura complessa di Anestesia e Rianimazione...

Ospedale Perugia, nominato il direttore della struttura complessa di Anestesia e Rianimazione 2

0
Il prof. Edoardo De Robertis

L’incarico al professor Edoardo De Robertis, già direttore facente funzioni della struttura

Il prof. Edoardo De Robertis

La Direzione generale dell’Azienda Ospedaliera di Perugia comunica che, a seguito della conclusione della procedura selettiva pubblica, è stato conferito, d’intesa con l’Università degli Studi di Perugia, l’incarico di Direttore della struttura complessa di Anestesia e Rianimazione 2 al professor Edoardo De Robertis.

Il professor De Robertis, 54 anni, direttore della Scuola di Specializzazione in Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva e del Dolore dell’Università degli Studi di Perugia e presidente della European Society of Anaesthesiology and Intensive Care (ESAIC), si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II nel 1992 con il massimo dei voti e nel 1996, presso la stessa Università, ha conseguito la Specializzazione in Anestesia e Rianimazione.

Vincitore di numerose borse di studio, ha effettuato periodi di soggiorno in diverse Università straniere ed è membro di importanti società scientifiche.

È autore di oltre 150 pubblicazioni originali ed ha collaborato attivamente in numerosi

progetti di collaborazione e ricerca con partner europei nella stesura di linee guida della Società Europea di Anestesiologia (perioperative massive bleeding, procedural sedation, pre-operative evaluation).

Le congratulazioni al professor De Robertis sono state espresse dal Direttore generale facente funzioni dell’Azienda Ospedaliera, dottor Giuseppe De Filippis, e dal direttore del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di studi di Perugia, professor Vincenzo Talesa, che ha sottolineato il proficuo legame con l’Ospedale di Perugia.

Articolo precedenteTeatro, al via la turnée umbra dello spettacolo “Avrai vent'anni tutta la vita”
Articolo successivo“La Regione si faccia promotrice delle istanze dei tassisti nell’ambito della Conferenza Stato-Regioni”