Home Attualità Fratta Todina, si rafforza la collaborazione tra Anci Umbria e Centro Speranza

Fratta Todina, si rafforza la collaborazione tra Anci Umbria e Centro Speranza

0
Anci Umbria al Centro Speranza di Fratta Todina

Toniaccini: “E’ stato il primo degli uffici di presidenza itineranti che saranno organizzati per conoscere meglio i territori”

Anci Umbria sempre più vicina ai territori. Lunedì 4 dicembre, infatti, Centro Speranza di Fratta Todina ha ospitato una seduta dell’ufficio presidenza dell’Associazione. Un’iniziativa che aveva come obiettivo quello di rafforzare sempre di più la collaborazione tra le istituzioni e le varie realtà del territorio umbro.

“Abbiamo voluto convocare una seduta dell’ufficio presidenza al Centro Speranza – spiega Michele Toniaccini, presidente di Anci Umbria – perché crediamo che questi momenti di confronto tra Sindaci debbano essere sempre più itineranti. Dobbiamo confrontarci con le realtà locali, le nostre eccellenze e le comunità per operare nei territori come ogni sindaco fa nel proprio Comune. Solo così prenderemo sempre più consapevolezza della realtà che ci circonda e potremo rafforzare la collaborazione tra istituzioni creando anche condizioni di maggiore inclusività, soprattutto in una società che ancora presenta tante barriere. Convocherò degli uffici di presidenza itineranti per essere vicino ai cittadini, per conoscere e condividere un percorso con alcune realtà come questa del Centro Speranza che si occupa di disabilità. I Sindaci e l’Anci Umbria quali ambasciatori di questi importanti servizi. Dopo Fratta Todina – conclude Toniaccini – organizzeremo altri momenti alla Comunità Incontro di Amelia, al Residence per la vita Daniele Chianelli di Perugia, al Serafico di Assisi. Infine, ringrazio Madre Stella Bordacchini, direttrice della struttura sanitaria, e Giuseppe Antonucci, presidente dell’Associazione Madre Speranza, per l’accoglienza e per averci accompagnato alla scoperta dei servizi che offrono per favorire l’inclusione delle persone con disabilità e delle loro famiglie”.

Articolo precedenteGubbio, con Alkimia la città torna a giocare
Articolo successivoFisica, UniPg partecipa alla prima osservazione del decadimento del mesone B carico