Spoleto, verso la soluzione dei palazzi abusivi della Posterna

I titolari dovranno pagare il valore degli immobili per sanarli

Si prospetta una soluzione rapida, come auspicato dal comune di Spoleto, della vicenda di abusivismo ( come deciso dalla Corte d’Appello di Firenze) dei due edifici della Posterna del valore di 7 milioni di euro.

L’Agenzia delle Entrate ha eseguito la perizia, affidata dal Comune alla fine dell’anno scorso e sono state avviate le pratiche di sanatoria dell’abuso edilizio con il pagamento di una multa pari al valore degli immobili ritenuti abusivi.

I costruttori interessati alla vicenda hanno proposto al Comune la sottoscrizione di un accordo per evitare la demolizione.

Dopo la sentenza di primo grado in appello era stato ritenuto legittimo solo uno dei due palazzi e quindi sarebbe abusiva solo una delle due costruzioni, quindi la somma da pagare è pari alla metà della prima stima e cioè intorno al 3,5 milioni di euro.

Costruttore, proprietario dei terreni ed i proprietari degli appartamenti, si erano appellati al tribunale civile per chiedere il risarcimento danni subito per il rilascio da parte del comune delle licenze edilizie.

E’ in dirittura d’arrivo quindi una vicenda che si è protratta per molto tempo e che almeno non graverà sulle casse dell’ente comunale.