Spoleto, pubblicate le graduatorie provvisorie degli asili nido comunali

Forte calo della domanda rispetto all’anno precedente

Sono state in totale 54 le domande presentate alla Direzione servizi alla persona entro il termine del 30 aprile, di cui 22 per bambini piccoli (fino a 12 mesi di età al 31 agosto) e 32 per bambini medio-grandi (da 12 a 36 mesi di età).

Rispetto all’anno precedente si è registrato un forte calo della domanda, soprattutto nella fascia di età 12-36 mesi. Da un totale di 90 domande avuto nell’anno educativo 2019-2020, si è infatti passati a 54 (-40%), con un calo ancora più evidente per i bambini medio-grandi (63 nel 2019-2020 e 31 nel 2020/2021), pari ad una diminuzione in termini percentuali superiore al 50%. Molto contenuto il calo relativo alle domande dei bambini più piccoli, che scendono da 25 a 22.

Dalle varie interlocuzioni che gli uffici hanno avuto con le famiglie, la motivazione principale è dovuta soprattutto all’incertezza legata alla futura riapertura dei servizi educativi.

La Direzione servizi alla persona, in virtù dell’art. 10 comma 1 del Regolamento, ha provveduto all’istruttoria verificando l’esistenza dei requisiti di età e di residenza e ha attribuito i punteggi per predisporre la graduatoria provvisoria, pubblicata all’albo pretorio e sul sito: gli interessati avranno 10 giorni di tempo per presentare osservazioni.

Purtroppo, a causa della situazione di emergenza pandemica data dal Covid 2019, ad oggi purtroppo esiste grande incertezza rispetto alle modalità di svolgimento delle attività educative all’interno dei servizi 0-3 anni. Sarà quindi necessario attendere specifiche disposizioni nazionali e/o regionali e i relativi procotolli in materia di igiene e sicurezza per poter determinare il numero di bambini accoglibili, i tempi di permanenza e le modalità di gestione dei servizi.

Trascorsi i 10 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie provvisorie NON si procederà come di norma, alla formazione delle graduatorie definitive con l’indicazione dei bambini ammessi – o non ammessi – sulla base dei punteggi attribuiti.

Pertanto, solo a seguito dell’emanazione dei necessari provvedimenti e della pubblicazione delle linee guida, sarà possibile definire l’organizzazione dei servizi e ammettere i bambini aventi diritto per l’anno educativo 2020/2021 nel rispetto dei nuovi criteri previsti.

A questo link le graduatorie provvisorie per l’anno educativo 2020/2021