Spoleto, parapiglia tra i commercianti per gli addobbi pasquali

Gli esercenti di viale Trento e Trieste non hanno ricevuto fondi

A Spoleto è guerra per gli addobbi.

In occasione delle feste pasquali le strade del centro città si vestono di colori, fiori e palloncini grazie ad un fondo di 6 mila euro stanziato dal Comune.

C’è però un parapiglia scoppiato tra i commercianti di viale Trento e Trieste, a loro era destinata una piccola parte di quei soldi per addobbare la strada, si parla di una cifra simbolica di 500 euro che i titolari degli esercizi commerciali avrebbero integrato di tasca loro. Nemmeno un centesimo però arriverà nelle loro tasche, forse per una dimenticanza, un malinteso o un equivoco. Fatto sta che quando il comune ha riunito i rappresentanti delle vie di Spoleto per la divisione del fondo, colui che avrebbe dovuto dare voce a viale Trento e Trieste non era stato nemmeno invitato.

Il Comune ha poi scritto in una nota che “i commercianti rinunciano alla quota di contributo spettante a loro, in quanto non potrebbero in così poco tempo e con tali esigue risorse addobbare un’area talmente vasta, in favore delle vie del centro storico che, pertanto, potranno essere meglio allestite, Auspicando una collaborazione futura in favore della zona da loro rappresentata”.

Una situazione assurda che ha scatenato l’ira degli esercenti.