Sisma: oggi scuole chiuse in molti comuni dell’Umbria

Non si sa ancora quali decisioni verranno prese per domani

terremoto-centro-italia-2016_1A causa delle scosse di terremoto che hanno provocato danni in diversi centri urbani del centro Italia (fortunanamente nessuna vittima, fuorché un uomo colpito da infarto cardiaco) in base alla disposizione impartita dalla Presidente della Regione Catiuscia Marini,

e per decisione dei Sindaci degli altri comuni non compresi nellìordinanza della Marini (Perugia, Terni, Magione, Marsciano, Todi, Città della Pieve, Narni oltre all’Università degli Studi di Perugia e all’Università per stranieri di Pe rugia) l’attivitò scolastica in Umbria oggi è praticamente ferma.

L’ordinanza della presidente Marini era stata disposta la chiusura delle nei comuni di Nocera Umbra, Valtopina, Assisi, Foligno, Spello, Bevagna, Montefalco, Trevi, Sellano, Campello sul Clitunno, Gualdo Cattaneo, Giano dell’Umbria, Castel Ritaldi, Spoleto, Cerreto di Spoleto, Preci, Norcia, Vallo di Nera, Sant’Anatolia di Narco, Poggiodomo, Scheggino, Monteleone di Spoleto, Cascia, Ferentillo, Polino.

Ancora non si sa se il provvedimento di chiusura delle scuole verrà confermato in alcuni o in tutti i comuni.