Rimborsi Agea, erogato un milione per i danni all’Agricoltura

Dopo che i parlamentari Lega Umbria hanno incontrato il nuovo Ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio, capogruppo Lega al Senato, la questione dell’emergenza Agea sembra prendere un altro verso. La proposta di legge regionale avanzata a giugno dai consiglieri Lega, Valerio Mancini ed Emanuele Fiorini riguarda la sostituzione di Agea con un ente pagatore di esclusiva competenza regionale, così come accade in Veneto o in Lombardia.

«Al Ministro Centinaio – continuano gli esponenti Lega – è stata esposta, nel dettaglio, la situazione dell’Umbria per cui ci sono oltre 500 imprese in attesa dei contributi europei ed altrettante famiglie, da oltre un anno, in attesa di risposte dovute».

Intanto qualcosa si muove. All’inizio agosto si è registrato lo sblocco di quasi un milione di euro sui sette ancora congelati (dato di maggio 2018) per i rimborsi 2015-2017 sul fronte danni da calamità naturali. Più l’arrivo di una tranche sulle misure dell’agroambiente contenute nel piano di sviluppo rurale. E così i fondi Ue cominciano a fluire. Condifesa Umbria, l’associazione che si occupa di presentare le domande dei danni subiti dalle aziende regionali, fa sapere che all’inizio del mese sono stati sbloccati 852mi1a euro in un sol colpo, che si aggiungono ai 100mila di luglio. Mai vista una progressione di questo tipo rispetto alle lungaggini degli ultimi anni. I fondi riguardano partite del 2015 e del 2016.