Nuovi vertici alla “Casa di Riposo Andrea Rossi” di Assisi

“Tra le prime necessità c’è quella di tornare in possesso della struttura dell’Hotel Subasio”

Ieri, martedì 27 alle 18, si è svolta la cerimonia di insediamento del nuovo Consiglio di Amministrazione della neocostituita Azienda Pubblica di Servizi alla Persona “Casa di Riposo Andrea Rossi” di Assisi.

Lo scorso settembre, infatti, in linea con la normativa regionale, il CdA uscente, che ha da poco terminato il suo mandato quadriennale, aveva deliberato la fusione e trasformazione degli II.RR.BB. Assisi – Casa di Riposo “Andrea Rossi” in ASP.

In base al nuovo Statuto, un membro del CdA viene per la prima volta scelto dalla Regione Umbria, che ha nominato la Dott.ssa Loredana Capitanucci, già Presidente del CdA uscente.

Il Presidente e gli altri tre membri sono stati nominati dal Sindaco del Comune di Assisi: il nuovo Presidente è Alessio Allegrucci, da sempre impegnato nel sociale e nel mondo delle associazioni di volontariato, laureato con pieni voti in Scienze della Politica con una tesi sull’invecchiamento attivo e sui servizi per anziani nella Regione Umbria.

Gli altri consiglieri sono il Dott. Manlio Lucentini, medico in pensione con una lunga esperienza nell’ambito delle cure palliative, fondatore nel 1994 dell’Associazione ONLUS “Con Noi”; Giorgia Brunori, responsabile in un’importante azienda di moda, appassionata di arte e sempre attenta al sociale; Valentina Spigarelli, Assistente Sociale, OSS ed educatrice d’infanzia, che ha lavorato diversi anni presso l’Istituto Serafico di Assisi.

“Sono onorato di questa nomina – afferma il neopresidente Allegrucci – e mi assumerò questo impegno con grande responsabilità e spirito di servizio, per il bene dei nostri anziani. Continueremo, insieme al personale e a tutto il CdA della Casa di Riposo, ad offrire la miglior assistenza possibile e cercheremo di rendere la struttura una realtà sempre più inserita nel contesto cittadino”.

Il Sindaco di Assisi Stefania Proietti ringraziando tutti i membri del CdA per la disponibilità mostrata a svolgere questo importante servizio a titolo completamente gratuito, ha voluto sottolineare l’attenzione alla centralità delle persone che è fulcro dell’azione amministrativa. Attenzione ai più fragili e agli anziani dunque come ricordato recentemente da Papa Francesco che –ricorda il Sindaco – ha dichiarato: “La qualità di una società si giudica anche da come gli anziani sono trattati e dal posto loro riservato nel vivere comune”.

“Tra le prime necessità – ha poi spiegato il Sindaco – c’è quella di tornare in possesso della struttura dell’Hotel Subasio, di proprietà della Casa di riposo ‘Andrea Rossi’ “.

Il Sindaco Proietti intervenne nel luglio 2016, all’indomani della elezione, per sospendere le autorizzazioni amministrative per la conduzione dell’Hotel Subasio, volturate alla società che si era aggiudicata la gara per l’affitto di azienda; ad oggi detta società risulta gravata in modo definitivo, per il pronunciamento di Tar e Consiglio di stato, da un’informativa antimafia della prefettura di Reggio Calabria, pertanto il contratto deve considerarsi risolto per difetto originario dei requisiti per partecipare alla gara, perciò la legalità va ripristinata, in linea con uno dei capisaldi del programma politico amministrativo della giunta Proietti.

“Poter progettare una nuova vita dell’Hotel Subasio – ha aggiunto Proietti – è una priorità non solo per ristabilire la legalità e per l’immagine della Città di Assisi ma anche e soprattutto per garantire il buon andamento della Casa di Riposo alla quale questo bene è stato donato”.