Link University arriva a Villa Montesca

Il sogno del tifernate Francesco Polidori

Link Campus, prestigiosa università degli studi italiana con sede a Roma e ultima acquisizione del Gruppo Cepu, ha presentato domanda per l’attivazione del corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria a Città di Castello. Se la domanda venisse accolta, sarebbero numerosi i benefici per la città e tutta la regione, grazie al flusso di studenti che, da tutta Italia, sarebbero richiamati dalla possibilità di frequentare un corso di laurea ispirato al Metodo Montessori, nato proprio a Villa Montesca di Città di Castello e del quale la Villa conserva ancora il manoscritto autografo originale.

L’attivazione del corso di laurea, se la domanda venisse accolta dalle istituzioni, porterebbe un polo universitario anche a Città di Castello, attorno alla quale ruota un bacino di popolazione considerevole, con evidenti vantaggi in termini di presenze e valorizzazione del territorio. L’obiettivo di Link Campus, infatti, è raccogliere 1.500 studenti da tutta Italia e, attraverso le 120 sedi della penisola, portarli nell’Alta Valle del Tevere, generando così una ricaduta positiva per l’intera regione, anche in termini di occupazione – basti pensare al numeroso personale docente e amministrativo necessario – senza investimenti pubblici. Il Gruppo punta a costruire a Città di Castello una vera e propria città universitaria, frequentata stabilmente da migliaia di studenti che porterebbero nuova linfa e vitalità al territorio. Il Gruppo sta infatti costruendo una nuova sede, che sarà pronta a giugno, e che ospiterà aule per ben 2.000 studenti.

Francesco Polidori

“Ho sempre coltivato il desiderio di fare qualcosa per la città dove sono nato e dove vivo con la mia famiglia – ha dichiarato Francesco Polidori, fondatore del Gruppo Cepu– finalmente mi sembra che l’occasione sia arrivata”.

Il Gruppo Cepu opera nel campo della formazione da oltre cinquant’anni e conta tra i suoi marchi Cepu, Grandi Scuole, Università eCampus, tre Accademie e molto altro, offrendo i suoi servizi formativi a circa 120.000 studenti all’anno.