Gubbio, il centrodestra prova ad espugnare la città dei Ceri

“Governeremo per i prossimi dieci anni” afferma Marzio Presciutti Cinti

Marzio Presciutti Cinti presenta la sua candidatura

Marzio Presciutti Cinti presenta la sua candidatura

E’ Marzio Presciutti Cinti il candidato del centrodestra, che va ad aggiungersi ai quattro candidati già, noti Stirati (sindaco uscente), Rughi (Cinque Stelle), Farneti (Gubbio in Comune), oltre all’imminente annuncio di Orfeo Goracci (Gubbio rinasce libera) che dovrà ufficializzare la sua candidatura a breve.

Forse potrebbe aggiungersi alla pattuglia di contendenti anche l’ex sindaco Diego Guerrini a meno che alla fine trovi un accordo con Stirati.

Presciutti nella presentazione della sua candidatura ha sottolineato come “1.200 giovani hanno lasciato questa città per andare a dimostrare altrove il loro valore e la loro preparazione”.

A sostenere il candidato sindaco della coalizione di centrodestra all’hotel Beniamino Ubaldi c’erano esponenti di Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia con gli onorevoli Emanuele Prisco (Fratelli d’Italia), Virginio Caparvi segretario della Lega e Roberto Morroni (Forza Italia).

Alla base del programma progettualità, imprenditorialità, managerialità, lavoro, ambiente, sicurezza.

Tre i grandi settori su cui intervenire: “agricoltura, cultura e artigianato che non hanno saputo fare rete e diventare pozzi di petrolio, opportunità di sviluppo.”

Ma anche una rivisitazione dell’azione del la macchina comunale “che è un’azienda a tutti gli effetti e macina un volume d’affari di circa 55 milioni di euro, con 179 persone che vanno gestite meglio”.

Il candidato sindaco ha 41anni, imprenditore con varie esperienze politiche, dai Cinque stelle, al Pd, alla lista politica “10 volte meglio”.