Foligno, possibile soluzione per l’area dell’ex Zuccherificio

Forse imboccata una via d’uscita per la soluzione dei problemi inerenti l’ex Zuccherificio di Foligno.

Dopo anni di contenzioso si profila all’orizzonte un’intesa che può far vedere la luce all’investimento programmato.

Si tratta di circa 50 milioni di euro, che potrebbero dar luogo a 200 nuovi posti di lavoro.

In bilancio la costruzione di 26 alloggi residenziali e 14 commerciali. Un luogo capace di ospitare eventi, come il Progetto della scienza, ma anche di dare vita ad una grande isola verde.

Si è anche parlato di una fusione fra il nuovo Teatro Cucinelli con il Parco delle Arti e il Museo della Scienza.

Il sindaco di Foligno Nando Mismetti e il presidente di Coop Centro Italia Giorgio Raggi, hanno illustrato stamattina in conferenza stampa i contenuti fondamentali dell’ipotesi di accordo sottoscritta in vista dei possibili passaggi negli organismi di governance delle istituzioni e delle imprese.

In una nuova procedura urbanistica che prevede la separazione dell’area di proprietà di Coop (propriamente ex Zuccherificio) dall’area del Tigre, sarà possibile procedere alla realizzazione di quanto previsto dal Piano Regolatore.

Saranno delocalizzati circa 10.000 mq di superficie utile coperta (SUC) in area limitrofa all’Agorà, mentre Coop Centro Italia rinuncerà a circa 3.300 mq: il tutto ai fini di una diminuzione del carico urbanistico dell’area dell’ex Zuccherificio.

Nel corso della procedura urbanistica sarà possibile il rilascio delle autorizzazioni a costruire, presupposto necessario per il ritiro di tutti i ricorsi pendenti presso il Consiglio di Stato.

L’accordo è ovviamente subordinato in primo luogo all’approvazione da parte del Consiglio Comunale e, in secondo luogo, all’accettazione da parte della società Magazzini Gabrielli (la quale ad oggi ha espresso al sindaco una condivisione di massima).

Si rimane ora in attesa della piena e formale approvazione di tutti gli atti.

«Siamo molto soddisfatti – ha affermato Mismetti nel suo intervento – dopo momenti anche di forte tensione ha prevalso l’interesse generale. Dialogando siamo arrivati ad una ipotesi che soddisfa tutte le parti e che ora sarà sottoposta al giudizio del Consiglio Comunale e alla condivisione con la società Gabrielli. Auspico il consenso di tutti i protagonisti della vicenda».

«Mi auguro che l’ipotesi di accordo possa avere il consenso di tutti gli attori poiché questa soluzione ci fa uscire dal complicato groviglio giuridico creatosi negli anni – ha ribadito il presidente Giorgio Raggi -. Più che al risarcimento dei danni che abbiamo ricevuto è interesse della nostra cooperativa guardare al futuro per esprimere più servizio e più modernità alla città di Foligno, cui ci lega una lunga storia di presenza e di consumerismo».

Raggi infine ha annunciato anche la realizzazione di un nuovo Centro Coop nell’Area Cipressi, vicino all’ospedale di Foligno.