Disastro della Umbria Olii: arrestato ex amministratore unico

La Corte d’Appello di Firenze gli ha inflitto 4 anni, 9 mesi e 15 giorni di reclusione

Torna a far parlare di sé la triste vicenda della strage della Umbria Olii, guidata da Giorgio Del Papa che era stato condannato in via definitiva a 4 anni, 9 mesi e 15 giorni nel settembre 2017.

Ora la sentenza, dopo i vari gradi di giudizio, diventa definitiva ed i carabinieri hanno dato esecuzione al provvedimento.

Come si ricorderà alla fine del 2006 si verificò l’esplosione di alcuni silos, sui quali erano in corso interventi per la realizzazione delle passerelle di ispezione della dogana.

Quattro persone morirono tra le fiamme: il titolare della ditta esterna che stava effettuando l’intervento, Maurizio Manili e tre suoi dipendenti, Giuseppe Coletti, Vladimir Todhe e Tullio Mottini. Alla tragedia scampò un quinto lavoratore, Klaudio Demiri, che stava manovrando a terra una gru.

L’imprenditore spoletino ha sempre respinto le contestazioni ma era stato condannato in primo grado a 7 anni e mezzo, pena ridotta in Appello a 5 anni e 4 mesi, con i giudici perugini che oltre a far cadere alcune accuse, riconobbero un terzo della colpa al manutentore, morto nello scoppio.

Giorgio Del Papa è stato tradotto nella casa di reclusione di Maiano.