Dalla smart city alla smart land la bellezza da sola non basta

Il Segretario Generale Regionale Cisl Umbria Ulderico Sbarra traccia delle linee guida per il rilancio dell’economia e dello sviluppo dell’Umbria

Ulderico Sbarra, segretario Regionale Cisl Umbria

Ulderico Sbarra, segretario Regionale Cisl Umbria

di Ulderico Sbarra – L’idea della bellezza, della valorizzazione del territorio e in particolare del bello artistico: una ricchezza che in Umbria insiste nella sua varietà e importanza. Di questo ultimamente si interessa il dibattito economico locale ritornando sicuramente su un tema interessante. La discussione porta ad evidenziare come questo aspetto, che ricade in particolare sotto la voce “servizi tradizionali”, nella nostra regione venga percepito come un motore di sviluppo poco efficiente, nonostante le potenzialità.

A focalizzare questi due aspetti, altrettanti approfondimenti: uno studio dell’Aur – Agenzia Umbria Ricerche mette in evidenza che il territorio regionale per quasi la sua interezza è rispondente ai canoni della grande bellezza; dall’altra parte, poi, un recente studio sulla produttività umbra dell’Università degli Studi di Perugia evidenzia come proprio questo comparto pecchi di efficienza.

Quindi da un lato la filiera cosiddetta Tac (Turismo, Arte e Cultura), peraltro già attenzionata in passato per le sue specificità, racchiude in sé una potenzialità che può dare risultati economici e, dall’altro, la stessa che però non viene utilizzata per le reali opportunità offerte.

Il dibattito è propagandato da vari ed autorevoli soggetti: istituzionali, politici, imprenditoriali del mondo della cultura. Ma, seppur importante, rischia di prendere la strada dell’inutilità. Parlare di cose nobili quali la bellezza, l’arte e la cultura può offuscare la vera emergenza della nostra regione che riguarda prima di tutto l’aspetto economico e poi quello sociale. Capitoli che, stando agli ultimi dati disponibili, confermano profonde fragilità in termini di reddito, consumi e occupazione.

Articolo completo su Umbria Settegiorni in edicola