Bevagna: edizione autunnale delle Gaite

A Bevagna torna l’appuntamento con il Mercato delle Gaite: un’edizione autunnale straordinaria, in programma per questo week end, a partire da oggi sino a domenica 8 novembre.

Sarà eccezionalmente riaperto il circuito dei mestieri medievali, con la possibilità di visitare gratuitamente le botteghe artigiane. Si tratta di un’occasione importante per trascorrere un lungo fine settimana d’autunno all’insegna della riscoperta di tradizioni secolari, il tutto assolutamente gratis.Un progetto aperto all’intera cittadinanza, ai visitatori ed ai turisti, reso possibile grazie ai finanziamenti ottenuti dal Comune di Bevagna attraverso la ‘misura 313 del Programma di Sviluppo Rurale 2007 – 2013 a sostegno, per l’appunto, delle iniziative di promozione turistica e agro alimentare dei territori’.

Riapriranno quindi i battenti: la cartiera della Gaita San Giovanni; la zecca della Gaita San Giorgio; il setificio della Gaita Santa Maria e la cereria della Gaita San Pietro. Nella giornata di venerdì 6 novembre le botteghe saranno aperte dalle 16 alle 18; sabato 7 dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19; domenica 8 dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. La tre giorni è edicata anche alla valorizzazione e promozione delle eccellenze enogastronomiche ed artigianali del territorio: sotto le Logge del Mercato Coperto del Palazzo dei Consoli, nella centralissima piazza Silvestri sarà allestita una mostra mercato con la partecipazione delle aziende agricole bevanate; nella suggestiva cornice dell’auditorium Santa Maria Laurentia proprio difronte al Palazzo Comunale, l’associazione Mercato delle Gaite allestirà un mercato artigianale con i prodotti realizzati a mano nelle botteghe delle gaite, seguendo gli antichi processi medievali di lavorazione. A rendere ancor più piacevole la visita al borgo, sarà la musica: nei tre giorni dell’evento si svolgeranno infatti dei concerti itineranti eseguiti dalla banda musicale ‘Città di Bevagna’ e dalla scuola comunale di musica ‘N.Maurizi’. “Abbiamo colto davvero al volo la possibilità offerta dalla Regione dell’Umbria di partecipare a questo bando del Psr – fa sapere il sindaco Analita Polticchia – è proprio grazie alla ricchezza e la qualità delle nostre proposte culturali, produttive e turistiche che possiamo partecipare con successo a  bandi di livello europeo. Questa tre giorni ne è la dimostrazione – aggiunge – con la partecipazione di un’intera comunità rappresentata da associazionismo, ente pubblico ed aziende private. Tutti insiemi per collaborare nell’interesse della comunità di Bevagna”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *