Aumentano i cassaintegrati

Crescono le domande di disoccupazione

Sono aumentate del 15,63% in un anno le ore autorizzate di ammortizzatori sociali in Umbria.
E un altro indicatore rivela che crescono nel triennio le domande della “indennità” di disoccupazione, tanto da arrivare a toccare quota 25.436 nel 2018.
E nello stesso anno le Casse integrazioni ordinarie, straordinarie e in deroga, tutte sommate, passano da 385.064 ore a 445.236.
Il dato dell’Inps è in controtendenza rispetto al nazionale, che in dodici mesi fa registrare un 12,29%.
Altro indicatore saliente l’incremento progressivo della Naspl, la “Nuova assicurazione sociale per l’impiego” che dal 2015 sostituisce le indennità di disoccupazione. Si passa dalle 22.485 domande presentate da gennaio a dicembre 2016 alle 23.661 dello stesso periodo del 2017 fino ad arrivare alle 25.436 dell’anno scorso. In questo caso la tendenza in aumento è diffusa omogeneamente su tutto il territorio nazionale.
Per il presidente dell’Ires (Istituto ricerche economiche e sociali) Cgil dell’Umbria Mario Bravi, “la crisi morde ancora”. Questi numeri per Bravi “ci parlano di una crisi strutturale che continua ad attraversare la nostra regione. Aumenta l’utilizzo della Cig, che nei semestri passati aveva visto una riduzione nell’utilizzo, così come le richieste di disoccupazione”. Ma “ancora più allarmante è il dato delle prestazioni di disoccupazione con aumento nel biennio pari al 13,12%”, conclude il sindacalista.