A Torgiano salta il sindaco, Nasini sfiduciato dalla sua maggioranza

Il caso politico ruota intorno a scelte personali in vista delle amministrative

Marcello Nasini getta la spugna esautorato dalla sua stessa maggioranza.Il sindaco di Torgiano, approssimandosi la data delle prossime elezioni amministrative ha preso atto che tre consiglieri della sua maggioranza lo hanno sfiduciato ed ha staccato la spina.

Tutto ruota intorno a questioni personali, cioè su chi è stato scelto a rappresentare la maggioranza attuale alle prossime elezioni e l’ala esclusa ha deciso che non esisteva più nè il clima nè la fiducia necessaria per continuare un percorso unitario.

Nella seduta di mercoledì sera del consiglio comunale infatti, i quattro membri dell’opposizione, prendendo atto delle dimissioni di tre consiglieri della maggioranza, hanno deciso di seguire la stessa strada, provocando la fine anticipata della consiliatura che comunque sarebbe naturalmente terminata fra pochi giorni.

I tre membri della maggioranza a essersi dimessi sono Federica Pandolfi, Enzo Morbidini e Antonella Ciotti, mentre i quattro dell’opposizione sono Andrea Ferroni, Feliciano Martinelli, Terdelinda Rastelli e Serena Peppicelli.

L’opposizione ha avuto buon gioco ad affermare che “per cinque anni hanno messo le mani nelle tasche dei cittadini, ma ad oggi è facile constatare che non sono stati in grado di portare a compimento opere e progetti tanto sbandierati. Insomma, un’esperienza che abbiamo sempre giudicato fallimentare per il nostro territorio.